prevenzione dell’inalazione di corpi estranei

L’inalazione di un corpo estraneo è un evento relativamente frequente e rappresenta un’emergenza il cui rapido riconoscimento e trattamento può prevenire conseguenze gravi, a volte anche mortali, dovute alla parziale o completa ostruzione delle vie aeree. La prevenzione dell’inalazione di corpi estranei è la prima arma da utilizzare ed è la più efficace, insieme alle manovre di disostruzione delle vie aeree permette di abbattere drasticamente il rischio di morte per soffocamento . L’inalazione di corpi estranei è causa ogni anno di circa il 27% di tutte le morti accidentali dei bambini al di sotto dei 4 anni di età, circa 1 bambino alla settimana muore perchè ha inalato un corpo estraneo.
Il quadro clinico che insorge al momento dell’inalazione di un corpo estraneo, spesso mentre il bambino sta mangiando o giocando con piccoli oggetti, è caratterizzato da un’improvvisa difficoltà respiratoria, da un senso
di soffocamento, da tosse abbaiante e, talvolta, da vomito.

I bambini e in particolare i più piccoli sono i più soggetti al pericolo di inalazione: tale predisposizione deriva dall’incompleta maturità dei meccanismi riflessi di coordinazione delle differenti funzioni delle vie aeree (fonazione, deglutizione, respirazione) e da alcune peculiarità anatomiche del laringe, quali la posizione più alta rispetto l’adulto e una morfologia ad imbuto piuttosto invece che cilindrica.
Altro importante elemento è l’assenza di dentizione posteriore con cui frammentare cibi duri come, ad esempio, la frutta secca.

caramelle-gommoseL’inalazione di corpi estranei è un evento che riguarda tutte le età pediatriche, ma l’incidenza maggiore (oltre il 70%) avviene in bambini nella fascia compresa tra 12 e 36 mesi, soprattutto maschi.La maggior parte di questi incidenti avviene in ambiente domestico, il che dimostra che anche una momentanea disattenzione dei genitori
rappresenta un fattore di rischio importante. Anche nei bambini di età maggiore l’inalazione accidentale di corpi estranei è spesso la conseguenza di circostanze in cui il mangiare o il succhiare (una caramella, una gomma, un piccolo oggetto) vengono attuati simultaneamente al parlare o al ridere.

arachidiLa maggior parte dei corpi estranei inalati, in particolare dai bambini più piccoli, è rappresentata da cibo, soprattutto frutta secca (arachidi, noci, mandorle, castagne, ceci, pistacchi, carote, mela, pasta, granoturco). I bambini più grandi inalano anche oggetti quali tappi di penne, piccoli pezzi di giocattoli, monete e a volte anche batterie.

Al fine di ottenere un’adeguata prevenzione è necessario che tutti i genitori e tutti coloro che hanno il compito di accudire i bambini, soprattutto se sotto i 4-6 anni di età, siano informati sul possibile rischio d’inalazione di corpi estranei e su come sia necessario esercitare un attento controllo durante il gioco e l’alimentazione; in particolare va sconsigliata la somministrazione di frutta secca e in primo luogo di arachidi, ma anche uovo sodo e prosciutto crudo.

batterie a bottoneAnche la scelta dei giocattoli da utilizzare deve essere adeguata all’età e conforme alle indicazioni date dai
costruttori e scritte sulla scatola. Controlliamo che il giocattolo abbia il simbolo CE di conformità agli standard europei. I giocattoli per bambini inferiori ai 4 anni non devono riportare il marchio di “non adatto sotto i 4 anni”, vedi immagine alla fine dell’articolo; un sistema grossolano per capire se un oggetto non è rischioso per i bambini più piccoli è controllare che la loro parte più piccola non riesca a passare all’interno di un rotolo di carta igienica (circa 2,5 cm di diametro).

La seconda arma di prevenzione della morte da soffocamento per inalazione di un corpo estraneo è l’addestramento alle manovre di disostruzione delle vie aeree.

Infine, ma non meno è importante è diffondere la cultura di non eseguire manovre sentite dire da vicini o conoscenti vari, ma informarsi dai pediatri di famiglia in caso di dubbi, infatti manovre quali quella di tentare di afferrare direttamente il corpo estraneo non affiorante nella bocca con le dita o di scuotere vigorosamente il bambino tenendolo per i piedi. solo inutili ma spesso anche pericolose, si rischia di rendere una ostruzione parziale, totale spingendo il corpo ancor più in profondità, aumentare lo stato agitativo del bambino, provocare lesioni da traumi.

marchio CE obbligatorio
marchio CE obbligatorio
simbolo non adatto sotto i 4 anni
simbolo non adatto sotto i 4 anni
Precedente Disostruzione delle vie aeree nel bambino Successivo primo soccorso adolescente o adulto BLS